D(i)ario

Matsumoto, 10 December 2017.

Those last days in Japan are increasing the excitement for discovering the new culture.
As it often happens in the last days of your staying in a new place, the best flowers want to be seen at last…What will happen the last 2 days in Tokyo?
What is really crazy in this very unpredictable life is that, if I want, I could decide to stay in Japan longer, because I had the fortune to book a very cheap open ticket, kindly offered by a friend who is working for Alitalia.
So what happened today?
New material for Radio Colomba, I would say…

IMG_2610

Me and Yukari, we attended to a traditional Shamisen’song concert in a very inthym hall, the GEIYUKAN, masterfully played by Mr. Hideyoshiro and Miss Hideyoshiba. As written in the invitation, they are performing the short song, the Japanese limerick, and the popular song with the Shamisen(the traditional japanese 3 strings guitar).
I recorded it with my I-rode XY, which is revolutionary good!
I am so happy to have this tool for I-phone with me, and also the musicians were really happy, because later they told me don’t have recorded a cd yet.
Yukari will bring them the cd soon.
Click HERE. You can listen!!!
We have been so lucky to be part of a 3 persons audience.
They played 6 songs in total, and the last song they wanted us to sing too!
They were so generous, offering us the tea and a cake in the interval, and they let us try the instrument! They show us the tablature and we played it, Yukari sang it also.

Here is the invitation, where also the lyrics for the song we sang are written, if you are in Matsumoto please visit the GEIYUKAN!

Ohhh!
Today I received a precious present by a painter I met yesterday at the Soun-do.
Arigatou Kenji Tanaka for this amazing portrait!

Kenji Tanaka, Dario Chillemi's portrait.


 

Matsumoto, 8 December 2017.

Matsumoto Session

Yesterday I’ve met and played with Kimiya Sato and his wife Majo in their traditional home in the countryside. I love our improvisation.

IMG_2545
I mixed it today, I’ve recorded with my I-phone plus an external microphone IRode XY.
Violin and voice, guitar and piano, you can listen by clicking HERE.
In this folder you will find also a new song of mine I’m working on, called “Alegria”.
Yes, I’m very happy in those japanese holidays!

Countryside in Matsumoto
We first played an improvisation with minimal and indian influences(Hiwo Kakonde means “Around the fire” in Japanese), then I told them about the notes of the planets, which I found out last year: each planet produces a frequency in his rotation, the physicians have been able to define those pitches, the result is a pentatonic scale,

C# – D –  F# – G# – A.

I hope you will enjoy the new tracks!

 


 

Matsumoto, 2 December 2017.

This slideshow requires JavaScript.

I’ve met this beautiful artist in the Soun Do cafe in Matsumoto, Yosimasa Kubota.
I love his enthusiasm, he goes around painting portraits of the people he meet.
He did the same with me and Yukari; I recorded my playing while he was painting.
You can listen this nice chaos by following this LINK.

 


 

Matsumoto, 25 November 2017.

While preparing for my first concert in Japan tomorrow…

One of the good thing of playing in the street is that sometimes some good photographer pass by and you can have a nice and spontaneous photo-shoot for free.
When I feel the photographer is a talented and experience one I use to give a cd for free in order to be sure to get the pictures…
And so it was with this awesome set by Bernhard Dedera!

Check it out his blog .


 

Nagano (Japan), 17 November 2017

img_1786

Already 4 days in Japan, fighting with the jet-lag, anyway everything is so fine here… thanks a lot for the great hospitality Yukari!
Yesterday we visited the castle of Matsumoto and I was surprised to meet a samurai and a ninja. Nice people, really really polite.
We have to bring them to Sicily, they can help against the Mafia, I am sure.
I booked a concert in a nice “organic restaurant” called cafe UTA in Matsumoto on the 26th November.


 

Catania, 7 novembre 2017, 13.50

Ho fatto un biglietto per Tokyo!

Il biglietto è molto speciale, ha le date flessibili, un grazie particolare va a Francesco MOON di Ortigia per questo, …GRAZIE!!!
Dunque…parto il 13 novembre!
IO VOGLIO DEL TEMPO ANCORA PER FARE UNA FESTA CON TUTTI I MIEI AMICI E CELEBRARE QUEST’ANNO MERAVIGLIOSO E SORPRENDENTE.
SOPRATTUTTO PER LA NASCITA DI RADIO COLOMBA, CHE HA ADESSO UN NUMERO TUTTO SUO:
+39 392 202 0427
Mandate i vostri messaggi e fate gli auguri a Radio Colomba!
Potete mandare desideri, sogni, pensieri, emozioni, di sicuro anche paure e problemi, o semplicemente un messaggio di augurio,
che fanno tanto bene!
Radio Colomba risponde con la musica.
Amici catanesi, immaginavo un tavolo, un microfono al centro, una discussione interessante e poi tanta musica free che ne fuoriesce da tutti i pori, prima di partire.
Poi Radio Colomba van andrà dal meccanico mentre io sarò in Giappone.
Magari mi quaria a mennula e mi metterò anche a pubblicare un bel pò di podcast già registrati in questi mesi.


Siracusa, 2 november 2017, 1.50h

Van’s life is always to put in order and creating new positions for things.
Changing the place where you look at the window and you open the door of your house.
Everywhere ‘s house, always cleaning!


 

Siracusa, al molo Santa Lucia detto lo “Sbarcadero”, 12 ottobre 2017, 11 circa.

[english below]

La pratica della chitarra porta il chitarrista ad una differenziazione tra la mano destra e la mano sinistra molto significativa.
La mano sinistra preme, scivola e nuota, danzano le 4 dita muscolose sulla tastiera a scacchi delle 5 ottave, su le 6 corde separate e distinte.
Le 4 dita, raramente 5, della mano destra devono giocare con le 6 corde/voci, e a volte basta 1 plettro a farle cantare.

La mano destra deve essere il più delicata possibile nel compiere questi piccoli movimenti, chitarristi classici ed elettrici lo sanno bene, che in questa micro danza ogni piccola variazione tra il pppp e il ffff costituisce un tesoro da scoprire, infinito.

Questa differenza tra mano destra e sinistra può portare anche a delle considerazioni di carattere politico…


 

Guitar practice brings the guitarist to a very significant distinction between the right and left hand.
His left hand presses, slips and swims, the 4 muscular fingers are dancing on the 5-octave chessboard, on the separate and distinct 6 strings.
The 4 fingers, rarely 5, of the right hand have to play with 6 strings / voices, and sometimes just 1 plettro it’s enough to make them sing.

The right hand has to be as delicate as possible performing those little movements, classical and electric guitarists know it well, that, in this micro dance, every small change between pppp and ffff is a treasure to be discovered, infinite.

This difference between right and left hand can also lead to some political considerations…


 

Sant’Agata li Battiati 4 ottobre ’17, ore 15.34

Dopo una intensa doppia stagione di festivals, la cosa più giusta da fare sarebbe comporre un festival-zer.

 

Catania, 6 settembre 2017, ore 18.
Qualche mese fa una persona speciale mi ha chiesto di prendere il timone della seconda edizione dell’Ortigia Sun Festival, festival nato l’anno scorso da un’idea del fiorentino Paolo Coccheri, uomo di palcoscenico e artista di grande impegno civile.
Un festival indipendente, libero, senza scopo di lucro, nato dal basso, nell’intento di fare di Ortigia un laboratorio d’arte vivente…”alla riscoperta dello Spirito del Creare, Per un Arte In-azione Indipendente, Libera, di valore Etico,Morale e Spirituale”…
L’anno scorso ebbi la fortuna di partecipare anch’io e fu una esperienza davvero indimenticabile. Si concluse con una marcia sino al Teatro Verdi di Ortigia, chiuso da 57 anni, gridavamo in tanti “Riprendiamoci il Teatro”.
Questo motto in seguito ha acquisito anche altri importanti significati per me.
Riprendersi il teatro significa forse anche prendere in mano la propria vita, la gioia di viverla intensamente, in un ruolo che ci è dato di scegliere.
Non siamo forse tutti più o meno coinvolti in una specie di “teatro” sociale di cui sorbiamo passivamente la trita e ritrita trama?
Insomma, accettai di prendere il timone dell’OSF 2017.
E non ho mai preso una lezione di vela!
Così, senza esitare chiesi al maestro Mike Hentz, il mio caro “mad professor” da Berlino, di venire a presenziare la seconda edizione del festival.
Erano anni che desideravo portare nella mia Sicilia questo immenso artista, che, tanto mi ha dato in questi anni  e con cui ho condiviso indimenticabili esperienze artistiche.
Non sono mancate difficoltà nell’organizzazione, si fa tutto come volontariato e non sempre si hanno le risorse sufficienti. Ma queste difficoltà non sono riuscite a fermare la forza di questa idea.
Quando tutto sembrava ormai perduto è arrivata l’associazione Arcolaio, che si occupa di reinserimento sociale e lavorativo ai detenuti della Casa Circondariale di Siracusa, ed ha preso a cuore la nostra causa offrendoci la possibilità di utilizzare il suggestivo cortile dell’ex-convento San Francesco D’Assisi per la maggior parte degli eventi.
Anche la Casa del Libro e la libreria Mascali insieme al MOON, come sempre attivi promotori e sensibili a tutte le manifestazioni d’interesse culturale ad Ortigia, ci hanno dato disponibilità dello spazio e sostegno.
A rendere la cosa ancora più interessante è l’incontro e scambio con l’Ursino Buskers di Catania, festival sociale, il cui obiettivo è “riqualificare il quartiere storico del Castello Ursino attraverso le arti di strada, la musica, il teatro, il circo contemporaneo, le arti performative e la cultura”. In perfetta linea direi!

L’esperienza del Klima a cura di Mike Hentz, infatti,  laboratorio dal 13 al 15 settembre in cui un gruppo di artisti di discipline differenti si isola per 48 ore, per sperimentare, creare, produrre e vivere l’arte, si troverà catapultata all’Ursino Buskers dal 15 al 17 settembre sotto le ali di Radio Colomba.
Come tutti i festival che si rispettino, l’Ortigia Sun Festival ha avuto il suo fuori programma il 2 settembre, ho avuto il piacere e l’onore di suonare nel cortile dell’ex.convento…ecco qui un frutto di questa indimenticabile esperienza:
Il tema che ci siamo scelti per il festival è la Magia, come atto di conoscenza che include tutte le sfere dell’essere umano: emozioni, corpo e mente.
Questa mia composizione abbastanza recente si chiama “The Magician”, per l’appunto.
si aprano le danze dell’Ortigia Sun Festival!




Catania, 6 settembre 2017, ore 12.
It ends up that you have one life to live and play, and then you need another life to listen and mix the records and videos.
It is a privilege, an unique experience each time, to listen and watch through our past.
Never forget that we have big advantage compared to our fathers, those new technologic tools are very powerful and we don’t even know all the consequences.
We don’t even know how to use them correctly, and we waste so much time!
One life to live and play and another one communicating with strange devices, editing videos, writing POSTs, creating media.
I would say the other life is a “posticipated life”.
This is an improvisation I’ve recorded last saturday in Ortigia, it’s called “Adesso”, now.
It was the first concert of the Ortigia Sun Festival.
I played with my sister Serena Chillemi(amazing!!!), and Fulvio Farkas, great musician and philosopher in Catania, with whom I wanted always to play.

 

Catania 24.08.2017

Una volta iniziato il viaggio della musica non si sa mai per quanto tempo si resterà sulla terra ferma, sempre ci sarà una nuova corrente da seguire o da ripercorrere…
E’ un continuo spostamento, che spinge a trasformare.
Lo dico perchè sono appena tornato dal Lala Festival nel nord della Germania, con un intermezzo musicale a Berlino nel giorno del mio compleanno, e mi sento come su una ruota che gira. Per il verso giusto.

A volte sembra di compiere passi da gigante, sempre più grandi ogni volta.

 

 

 

Catania, 07.08.2017

Una lettura piena di ispirazione che mi spinge a continuare il lavoro che sto facendo.
Come musicista sento la scienza e la spiritualità andare insieme e costruire Coscienza; utilizzo il materiale “grezzo” delle emozioni, che nella musica ci appaiono chiare e cristallizzate.
Face the Fear.
Anche questo scienziato russo mette la paura al centro della miseria umana. Secondo il mio caro maestro amico Mike Hentz, essa è ció che ancora ci lega alla sfera animale.

http://radionicaesoterico-scientificarussa.blogspot.it/2017/08/siamo-in-una-transizione-verso-il-nuovo.html

 

Syracuse, 01.08.2017

Awesome awakening!

IMG_0508

After the full week of festivals in Ragusa e Palazzolo I feel regenerated.
Improvisation is the salt of music, once somebody told me, I would say it’s the root of every form of art. Everything comes from an improvisation act.
In those past days I had the possibility to full express all my skills, I played the classic guitar, the electric guitar, the trombon, some percussions, and also the electronics(Komplete Kontrol, I’m betatester for it:).
Radio Colomba has been used properly and starts to have his proper shape.

I had also the possibility to share my hardest thoughts with so talented and open minded artists, it’s so nice the feeling to be fully understood!
Rara festival in Palazzolo has been a growing up of what we created the first days in the OHHH festival in Ragusa Ibla, the group became so strong and synchronized.
Is it maybe that we are creating a new form of language? It isn’t just about music I think…
Our improvisations have been all so intense and meaningfull, I had also the possibility to have a Face the Fear session with a big ensemble…
All is recorded! Hope I will share soon and mix everything properly.
Now I will play some street music in the beautiful Ortigia.
I have to organize next trip to LALA festival in Germany in already two weeks, I will go with Yukarì Takahashi, my beautiful love…
Music is giving me such an amazing life!

 

18.07.2017 on the boat from Livorno to Palermo

In mezzo al mare su una barca di migranti verso la terra amata nel profondo of the Heart.
In the middle of the sea on a migrants ‘ferryboat to the deep in the Heart beloved land.
Nel viaggio l’esistenza compie un salto verso una dimensione sempre nuova.
L’esistenza si proietta su un’altra superficie dove scopre nuove dimensioni di movimento.
Tutti gli arti sono coinvolti, a cominciare dalla lingua che scopre nuovi suoni, le nuove posizioni dei muscoli del viso.
E adesso che viaggio da molti anni e alla mia dolce isola faccio ritorno, voglio che le onde dei mari continuino a cullare il mio corpicino anche sulla terra apparentemente ferma.
E ritorno alla mia amata terra con molti sogni da realizzare, nonostante nel mondo delle idee esse già vivono anche prima di essere realizzate, bisogna a volte fare un saltino in più per raccogliere i frutti e piantare i nuovi semi di quello per cui la nostra idea è stata concepita.
Certe idee hanno bisogno di più tempo e bisogna rispettare questa cosa, senza forzare troppo. Per non sfiancare l’idea.
Per rispettare anche gli individui che la stanno realizzando di comune accordo, e non si vorrà mica rovinare la musica.
Così è ad esempio anche per il comunismo, credo, la rivisitazione di questa idea può avere altri risvolti politici che non abbiamo precedentemente valutato.
Un idea, dopo tutto questo frullare e macinare nelle teste degli uomini, ha bisogno di semplificare ed in qualche modo all’occorrenza nascere di nuovo.
Il Comune, ad esempio, trovo sia un buon modo di semplificare la parola Comunismo, togliendo quell’odioso “ismo” che deforma e diluisce il senso della parola stessa, già di per se densa di significato e di sua propria storia. Ismare l’idea però fa bene alle radici e concima il terreno. Dovremmo pensare alla politica come la gestione di spazi più piccoli, decentrificare, gli stati penso siano strutture destinate a morire, io li vivo come ancora la continuazione delle monarchie, a me questi presidenti e politici, mi risultano troppo ancora come re e regine coi loro vassali.
Riesco invece a vedere il Comune come uno spazio più semplice e diretto da gestire, in qualche modo sono contento di vedere che nella mia città, Catania, molto spontaneamente, i ragazzi con i loro collettivi hanno ben chiaro questo concetto, e stanno facendo di tutto per condizionare positivamente la politica e la cultura dei quartieri. Ed usano l’Arte per comunicare!

Torno al viaggio senza un ritorno, perché in fondo non c’è mai il ritorno, è un illusione che puoi tornare a casa tua e trovi tutto come hai lasciato!

 

Berlin 20.06.2017

To travel around Europe to play music is really fascinating, and I’m learning so much, even though I feel quite tired.
I just come back in Berlin in the Greenhouse and I’m taking some time for myself, to be alone is very important for me. I always stay with so many people…
I have to consider many new proposals and be very precise to make everything happen.
Sicily is calling me for two festivals of improvisation with many artists from all over the world, the OHHH and Rara festival.
I’ve been asked to organize the Ortigia Sun Festival in Syracusa in september, it’s a quite big responsability for me, and I’m worried because there’s no budget and even if I love Ortigia and I really feel to do something for my island, I have to consider my limits in order to not have stress with the people involved.
Money money money…what an obsession in our society…
Anyway I will go through it, my good friend and master Mike Hentz wants to come, we want to have a Klima in Sicily.
Klima is one of the best artistical experience I did in my life; a group of artists from different disciplines, isolating themself for two/three days, with a straight program of discussions, performances and different activities, finding the synchrony and the huge power of collective actions…
I think I will have to leave Berlin for a while…also Japan is calling!

 

 

 

Siracusa, 13 Maj 2017

New video!

Yesterday afternoon we visited the Greek Theater in Palazzolo Acreide(Syracuse) and we shot this video helped by my son Elia(8 years), our arrangement of “Vaga Luna” by Vincenzo Bellini.
It was a lot of fun and we got impressed by the special acoustic of this ancient theater.

Nordhorn, 30 April 2017

I spent the last three days in the guitar festival in Nordhorn surrounded by the best classic guitarists of the world, beeing so much inspired by listening to ancient music and new very interesting compositions, how many new techniques…
The paradise for a guitar player!
I am very proud I was the first guitarist last sunday to play a concert and I will be the last  performing tonight, after many big name, I will have 25 minutes to express 25 years music experience!
I will play mainly my own compositions, this is the list:

Diatribe
Flussi Balcanici
Bambini Scatenati
Unconditional Love
Calvarusa(Benedetto Calvaruso)
Killemin

yeah! so happy to show my work in the right place!

Neuenhaus. 21.4.2017

Review in the Neuenhaus’ local newspaper.

Konzertinfo Grafschafter Nachrichten 21April2017

Berlin, 6.4.2017

I finally settle down today after the long trip from Sicily to Berlin.
I have been able to update and make some changes to the website, hope is clearer now, even if I know, there’s still a lot of work to do to express better what my art is.
I realize there’s a lot to study to prepare the next concerts, and I am happy to be back in my studio in the Greenhouse(Berlin).
Very excited to perform in Nordhorn Gitarren Festival, this is actually the first time I’ve been invited in a festival specific for guitar.
And then in maj again in Syracuse i will play with great singers Elisa Nocita and Yukari Takahashi in the oldest church of the world, the Cathedral in piazza Duomo.

Berlin, 5.4.2017

[english below]

Io mi dissocio da ogni tipo di violenza e soprattutto dalla guerra.
Io mi dissocio e non faccio parte di quei sistemi o entità statali che promuovono la violenza e la guerra.
Io mi dissocio dallo stato italiano dove sono nato, e dalla comunità Europea, perchè subdolamente promuovono la guerra e lo sviluppo del mercato delle armi; esse permettono inoltre la presenza delle basi militari americane nella mia amata isola di Sicilia e in altre regioni del territorio.
Io mi dissocio altresì dagli stati che non garantiscono i Diritti Fondamentali dell’Uomo (Casa, Lavoro, Istruzione e Salute). Essi  avviliscono e umiliano la nostra condizione rendendoci schiavi.
Io mi dissocio e per farlo mi circondo di sana umanità e opero in contesti che concorrono alla produzione del Bene e alla valorizzazione della Vita.
#ilmioscioperopersonale.

——-

I dissociate myself from all kinds of violence and especially by war.
I disagree and I am not part of those state systems or entities that promote violence and war.
I dissociate myself from the Italian state where I was born, and the European community, because subtly promote the war and the development of the arms market; they also allow the presence of US military bases in my beloved island of Sicily and in other regions of the territory.
I also dissociate myself from the states which do not guarantee the Fundamental Human Rights (Home, Work, Education and Health). They demean and humiliate our condition and enslave us.
I dissociate myself and to do that I surround myself with healthy humanity and I work in contexts that contribute to the production of Goods and the enhancement of Life.
#mypersonalstrike.

#facethefear


Berlin, 3.4.2017

Foto del 03-04-17 alle 18.05.jpg

Thanks a lot Yukari for this beautiful TIME in Berlin!

the idea of the dedication/serenade/web for Radio Colomba is amazing!!!

Tanti Auguri  a TE!

Foto del 03-04-17 alle 18.04 #2.jpg

25.03.2017 – Catania

Starting another trip from Sicily to Berlin, with the new project, my van is now RADIO COLOMBA.
A radio that is more a receiver at the moment, receiving the thoughts and especially the emotions of the people. Some months ago she started collecting the fears of the people for the FtF project, and then now she’s collecting also the dreams, which I consider are the “anti-fears”.
This is a pic by Klar Fender

Have a look on the FB PAGE i just created

17218648_1730172490333072_5046807272771199277_o

19.03.2017 – Catania

english below]
Cari amici, ieri condividevo un interessante articolo sulla canapa, successivamente l’articolo è stato bloccato con grande scalpore di alcuni amici.
Cosa è per voi la Marijuana?

Dear friends, yesterday i shared an article about the canapa(marijuana), later we realized it was blocked and not possible to read anymore.
What is for you the Ganja?

#radiocolomba ascolta

06.02. Qatania

In questi ultimi tempi ho scelto di stare lontano da internet e social networks, e sono tornato sulla strada e le piazze, il mio habitat naturale dove prendo gran parte della mia ispirazione.

E’ nata così Radio Colomba!
Il mio camper ha attraversato questa trasformazione, complice il progetto Face the Fear, per il quale ho iniziato ad intervistare tante persone sul tema della paura.
Il mio camper è diventato uno studio mobile di registrazione, questo mi rende molto felice ed amplifica le mie possibilità, ma anche la mole di lavoro necessario per rendere effettiva la trasmissione…

IMG_5561

Questo è il logo di Radio Colomba, creato dal disegnatore Pietro D’Alessandro e realizzato dal colombiano(!) Edison sulle pareti laterali del camper.
La Palestra Lupo, centro sociale in Catania, è stata la culla di questa creazione in questo intenso mese di febbraio. Ringrazio molto i ragazzi che mi hanno sostenuto ed aiutato in questa avventura.

Mi piace dire che Radio Colomba è più un ricevente che un trasmettente al momento.
Il motto è : Radio Colomba ascolta il tuo pensiero, le tue emozioni.

11.02.2017 Catania

dariomandolino

photo credits: Luca Guarneri

Buona Festa della Paura!
…era cominciata già qualche giorno fa.
Come ogni festa che si rispetti ci si scambiano gli auguri.
Io ho tante cose da festeggiare:

1. Mi sento libero.

2. Una canzone progetto che va avanti da 6 mesi, una ricerca metafisica sulla paura che mi sta dando tantissimi benefici.

3. #RADIOCOLOMBA, l’esperienza delle interviste nel camper è partita al Midulla, è continuata a Palestra Lupo e Gammazita e credo che continuerà ancora a lungo, ed è indispensabile per continuare il progetto FtF.
Mi servono dei microfoni!!!
Ho quasi finito i miei cds, ne sono rimaste circa 100 copie, sono orientativamente 1.500€, proprio i soldi che mi servirebbero per finanziare e mettere a regime il progetto.
Cari amici, molti di voi non hanno i miei album, lo so.
E’ arrivato il momento di comprarli!
Potete regalarli anche alla nonna, le madri e i padri, cugini e nipoti. questi cd sono molto rilassanti e pieni di fantasia…

4. (forse) domani mi taglio la barba.

5. Gli AMICI.

6. la MUSICA.

SPARGETE LA VOCE!
domani sarà la Festa della PaUr@ a Catania, dall’alba al tramonto, dalla palestra LUPo alle 7 sino al Gammazita verso le 12 sino al pomeriggio…devo decidere se tagliarmi la barba.
Portate le bici, sarà un concerto in movimento, eseguirò il “Bridge to the PAst” in giro per la città…(speriamo che non piove, ma in caso suono da dentro il van.
Portate i vostri telefonetti magici.
Propongo di registrare le nostre conversazioni, che saranno tante e probabilmente molto divertenti, poi chi vorrà, potrà depositare il materiale nell’hard disk di RadioColomba.

a dopo

fb event


_Catania_8 feb 2917. Inizio la preparazione sul territorio di Catania di una delle concertrazioni più interessanti che mi sia capitato di fare:

12 feb 2017.

La feStA delLa pAUr@

con Gammazita_Midulla_Palestra LUPo

Andremo in giro per la città a disseminare musica e teatro, a piedi ed in bicicletta.
(più passano le ore più mi persuado di realizzare il primo “bridge to the past”
in bicicletta).

SIa prOcLAmato lo stato di workshop perenne.

Oggi nasce Radio COlomba, ha già acceso il motore.








This year 2017 started with a very interesting meeting, Yukari Takahashi, japanese singer and musician.
It’s nice to explore through the languages with you, dear Yukari.
Thanks a lot for your Music!

16492231_10212042815287716_455032627_o

Photo credits: Luca Guarneri


foto3804

– 27 January 2017.

Today I put order among scores that I’ve written in the past, how many orchestrations…there is still a lot of music that I never published nor performed in public…

TAKE THE TIME, BE PATIENT

and STUDY!!!!


– 13 Januar 2017.
I truly don’t believe in a big difference between woman and man.
Well, biologically maybe, but I feel we are a part of the same thing. This is a cultural heritage, nowadays almost broken thanks to the anticonceptional methods. And here comes the crisis of the relationships and marriages, because, ya ya, now we have to define everything again. And comes also the fear, because men can’t control women anymore.
From my side, as a freedom seeker, i feel released and I admire those women who are experiencing their freedom and finally expressing their huge power.
Humanity was waiting since a long time for it!

I ended up reading this interesting article about the Mosu, matriarcal society in China.
https://en.wikipedia.org/wiki/Mosuo
http://www.conoscenzealconfine.it/i-moso-una-societa-senza-mariti-e-senza-mogli/

img053

I miei auguri per un meraviglioso 2017 pieno di crescita culturale, specialmente per l’Italia.

Inauguro oggi 10 gennaio 2017 questa pagina, il “D(i)ario” Chillemi.
Userò questo blog per annotare i fatti e i pensieri della mia quotidianità.

Cominciamo da questo ritrovamento, Spazio Vitale per chitarra elettrica e pianoforte

il 2016 è stato un anno davvero intenso per me, e credo per molti, tant’è che ancora per me non è andato via, forse andrà via dopo questa mia riflessione.
Ho conosciuto davvero tante persone meravigliose, complice la mia attività artistica in giro per l’Europa, questo ha sicuramente giovato alla mia coscienza e interpretazione della realtà.
Ho visto chiaramente il cambio generazionale, questi ventenni hanno davvero coraggio ed una visione della vita completamente nuova, sono più coscienti delle loro possibilità, e utilizzano l’arte per comunicare, non per farsi belli.
La mia ammirazione si rivolge soprattutto alle donne, che, dopo secoli di repressioni e privazioni, stanno compiendo grandi passi per l’emancipazione della società tutta.
Da buon berliner ho lasciato che il muro della diffidenza cadesse giù ed ho permesso a molti di entrare nella mia sfera dell’amicizia.
Adesso sento la mia coscienza espandersi e contenere anche le altre, che la coscienza non è un fatto individuale ma collettivo.
Buttare muri giù…
Non senza cattive conseguenze naturalmente! Una persona che ritenevo amica ha compiuto un gesto contro la mia famiglia davvero assurdo, un furto davvero meschino.
E’ stato così tanto il dispiacere che ho perso qualche kilo e finchè non ho affrontato per bene la situazione il mio stato vitale è stato molto basso. Facebook è stato cruciale nello smascherare il ladro, ho usato in maniera astuta la chat; inoltre non ho dovuto fare inutili scenate, ho scritto quello che pensavo, che è pure meglio.
Quello che non ti distrugge ti fortifica comunque, proprio vero, e un pò di dieta dimagrante ci voleva!!!

Altra cosa importante, nell’anno 2016 ho provato molto piacere ad insegnare, non mi era mai successo, forse perché non avevo trovato degli allievi così stimolanti.

Il frutto più ricco del 2016 è stato assolutamente Face the Fear ed il suo progetto. Lo sto svolgendo con grande passione ed entusiasmo, e perchè no, tanto divertimento…Quant’è bello raccogliere i pensieri delle persone?
Ed ho capito che sono un ricercatore principalmente, non solo un musicista per il vostro sollazzo…

A proposito della moria dei V.I.P. nel 2016,  mi fa pensare che forse è ora di smetterla di idolatrare persone e dargli tutta questa importanza. E’ giustissimo studiare, conoscere le opere dei grandi artisti e pensatori, quando essi davvero lo sono. Ma specialmente in Italia spesso è esagerato e soprattutto non trovo giusta la loro smisurata retribuzione economica, specialmente di chi ad esempio si limita a rincorrere e dare calci ad un pallone.
A questo punto quando penso ai V.I.P. me li immagino come dei vampiri che succhiano la nostra immaginazione, distruggono la nostra cultura.

RIPRENDIAMOCI LA CULTURA!

Primo target del 2017 completare questo video sul Teatro

Riprendiamoci il Teatro!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s